Il perché della rivista

Guida alla lettura

Da sempre l’umanità è in movimento. Un lungo viaggio, intrapreso per soddisfare bisogni di fame e conoscenza, creando paesi e adattando paesaggi per dare forma a una nuova geografia e senso alla propria storia.

Il percorso di lettura è scandito dalle rubriche. Il racconto delle esperienze (Umano errare), la descrizione dei luoghi (Paesi) e delle linee che li uniscono (Itinerari), continue o tratteggiate (Incastri e ritagli). Poi lo scorrere della pagina aprirà altri accostamenti.

Appunti dalla stazione di partenza

Raccontare viaggi, quelli compiuti e quelli immaginati, quelli scelti e quelli trovati, come esperienze personali di esplorazioni e scoperte. Tracciare percorsi senza confini, a volte seguendo itinerari insoliti o le scie lasciate lungo le strade dell’esistenza.

Descrivere luoghi, comuni o non comuni, mete di turismo o scoperti in un turismo senza mete, con la tendenza a divagare per confondere i confini tra storia e geografia. Giocare con le immagini, per meglio esprimere le emozioni.

La mappa del sito e le chiavi di lettura

La rivista ha una cadenza bimestrale. Si apre con l’ultima uscita e ciascun pezzo che la compone trova collocazione nella linea delle rubriche. L’archivio è la successione cronologica delle varie uscite.

A volte il numero affronta un solo tema, in altre occasioni gli accostamenti tra gli articoli sono più vaghi e sfumati ma trovano una nuova affinità con pezzi precedentemente pubblicati, creando un gioco di intrecci che trova collocazione in chiusura della pagina principale.